mercoledì 17 ottobre 2012

Cupcake Galore!




Vivere nel Texas era un cambiamento non indifferente! Intanto, non avevamo più bisogno di maglioni pesanti ne tantomeno di cappotti.
Non c'era più bisogno di indossare l'uniforme in quanto io e le mie sorelle frequentavamo la scuola pubblica.
Abitavamo nel classico quartiere che si vede in TV, con la strada larga, il marciapiede sia da un lato che all'altro della strada. Le cassettine per la posta, il vialetto che portava ad ogni portone di casa e dei giardini curatissimi che sembrava di passeggiare nell'Eden.

Glicine, gelsomini, tulpiani, rose, margherite, un tripudio di fiori provenienti da tutte le parti del mondo adornavano i giardini di ogni casa. Le vicine di casa, vestite con il pantalone color mastice, la blusa celeste, il cappellino di paglia e guanti da giardino a curare il loro prato, in contrasto con l'immagine di cui ero abbituato io a vedere a New York, e cioè mio nonno in pantalone e canottiera a mani nude che curava il suo orto. Queste donne sorridenti e felici di svolgere questo loro passatempo; mio nonno sudato e incazzato che doveva curare i pomodori così mia nonna poteva fare il sugo in casa. Queste donne che salutavano i vicini; mio nonno che era piegato in avanti dando il fondo schiena a chi passava. Insomma, due immagini agli antipodi.

Dovevamo cambiare registro. Modo di vivere e modo di fare. non c'era più La Sig.ra Anna di due case più in giù o Antonio il fruttivendolo, e nemmeno Domenico del Caffè 2000 che mi offriva un crodino ogni volta che andavo lì in cerca di mio papà che era con i suoi amici. Qui c'era Mrs. Johnson la mia maestra, Mr. e Mrs. Davis i nostri vicini di casa, Mrs. Jones la signora divorziata con la figlia che veniva in classe con me.

I weekend erano sempre pieni di attività. Su ogni angolo di strada c'erano i miei compagni di scuola che vendevano qualcosa. C'era Debbie con il suo stand di limonata fatta in casa, Jason che con $0.25 ti faceva fare un giro nel suo Go-Kart, Penny che vendeva chocolate chip cookies. Insomma un quartiere residenziale trasformato in una sagra per i cittadini sotto il metro e mezzo! Ovviamente mia sorella voleva partecipare,... ma con cosa?? I fegatini di pollo, per quanto buoni non erano nè pratici da mangiare nè apprezzati da un pubblico caucasico, cavalcatori di cavalli e tori, e mangiatori di cosce di tacchino al barbecue. Lo spaghetto al pomodoro era già difficile farglielo pronunciare correttamente, figuriamoci farglielo mangiare senza tagliuzzarlo e mangiarlo col cucchiaio come ho visto fare al ristorante. Insomma alla fine, su una rivista femminile trovò una ricetta per fare i cupcakes. Ecco, aveva trovato una ricetta che avrebbe americanizzato il nostro forno!

Quella sera li fece, ma non arrivarono mai in strada...!!!

La ricetta che propongo sono i Cupcakes di mia sorella preso da una rivista nel lontano 1985.

Ingredienti per 20 cupcakes

280g Farina
220g Zucchero
1 bustina di Lievito
4 Uova
200g Burro
2 fialette di Essenza di Vaniglia
60ml Latte












In un recipiente, mescola la farina, il lievito, lo zucchero e mescola bene.

In un altro recipiente, mescola le uova e il burro ammorbidito e le essenze di vaniglia.









Mescola i due composti in un unico recipiente.










Una volta amalgamato bene, aggiungi il latte e mescola fino ad ottenere un composto omogeneo.












Prepara gli stampini di carta all'interno degli stampini di alluminio o di silicone.









Riempi gli stampini quasi fino al bordo della carta.













Inforna a 180° per 15 minuti in un forno ventilato.


















Per la Farcitura:

ho usato una farcitura che uso anche per la Carrot Cake:

250g di zucchero a velo

250g di philadelphia

la buccia di un arancia non trattata

100g di burro

1 bustina di vaniglina

(Gli ingredienti nell'immagine sono raddoppiate perche ho farcito più cose, quindi segui la lista di ingredienti e non l'imagine)











Fai ammorbidire il burro.

In un recipiente aggiungi la philadelphia e lo zucchero a velo, la buccia di arancia e il burro morbido.

Usa lo sbattitore per amalgamare il tutto fino ad ottonere un composto omogeneo.










Trucco:

Puoi dividere il composto e aggiungerci del colorante per alimenti per rendere i tuoi cupcakes piu colorati.

11 commenti:

  1. Bellissima storia, che rende la ricetta ancora più carica di sapori e piena di visioni di una gioventù passata in una realtà da film americano...lontana dalla nostra, ma ugualmente struggente ...con una punta di malinconia :)
    Bravo Frank!
    Un bacio
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa malinconia si combatte con le decorazioni colorate!!! :-)))
      Grazie per il tuo pensiero!
      -F

      Elimina
  2. Risposte
    1. I sorrisi di complicità mi piacciono!
      :D
      -F

      Elimina
  3. Frank, le tue storie ci fanno sognare! per chi da familia italiana è nato e vissuto all'estero con tradizioni diverse dalla locali non è stato facile. Ma tu sai sempre rendere tutto cosi speciale.
    I tuoi cupcakes che ho assaggiato sono davvero speciali e presto li farò a casa!
    un bacio grande
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria! Sono contento che ti piacciono! Sono felice che oltre ad apprezzare le ricette condividi le mie esperienze d'infanzia!
      Un abbraccio!
      -F

      Elimina
  4. Amore!!! adoro le tue storie..... e stasera. e' possibile che vuoti il forno dai maglioni e faccia de cup cake....... !!!

    RispondiElimina
  5. Mi raccomando usa tante decorazioni colorate come fosse carnevale...mette un pò di allegria!! Un abbraccio! -F

    RispondiElimina
  6. Ciao Frank, grazie per il commento alla mia ricetta delle Alici Ripiene. Anche se in ritardo eccomi qui. Che consigli darti? Nessuno! Questa è la tua pagina, devi scrivere solo ciò che senti e che ti fa piacere. Ognuno di noi ha il suo stile personale ed il bello sta proprio in quello, sennò sai che noia se fossimo tutti uguali? Bella questa ricetta, me la segno, adoro i muffins e i cupcakes! Mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori! A presto e buon week-end!

    RispondiElimina
  7. ciaooooooooooo...eccomi qua :-)...le tue ricette sono strepitose,sei tu che devi dare dei consigli a me!!cmq se hai bisogno mi trovi su facebook con lo stesso nome del blog!!

    RispondiElimina
  8. CHE VOGLIA!!!!!
    KISS
    Lisa S. per www.thecurlylady.blogspot.com

    RispondiElimina